«

»

Apr 05

ugg zalando

Appena mettono piede nell’azienda, gli viene ordinato di dimenticare tutte cattive abitudini che hanno imparato svolgendo altri lavori. Perché Amazon è mondo a parte e per riuscire questo mondo bisogna rimboccarsi maniche, oltre ogni limite di sopportazione fisica e mentale. Un’ inchiesta New Times raccontato cosa sono costretti a subire ogni giorno i dipendenti, costantemente monitorati e stimolati a produrre sempre di più. C’è giura di aver visto scoppiare lacrime ogni collega almeno volta e ricorda di aver lavorato per quattro giorni senza dormire. Di solito, poi, non regge il ritmo delle 80 ore settimanali viene cacciato via, senza pietà.  non esitato a rispondere all’attacco giornale americano, insistendo sul fatto che quello non è il luogo di lavoro da lui conosciuto e quei racconti non appartengono suoi premurosi dipendenti: Credo fermamente che lavora società che è davvero come quella descritta dal New Times sarebbe pazzo a rimanere. Io la lascerei.ugg zalando

 

ugg zalando Amazon è tristemente famosa per il trattamento speciale che riserva suoi dipendenti.L’azienda sta conducendo esperimento per capire quanto può ‘spingere’ sugli impiegati per soddisfare sempre più grandi ambizioni, scrive il Nyt. Bezos, il miliardario fondatore, Già tempo fa aveva fatto scalpore il racconto di americana, che aveva deciso di lasciare il posto di facchina uno dei magazzini Pennsylvania, riducendosi povertà. Alla sua storia si aggiungono testimonianze riportare dal New Times: turni sfiancanti, mancanza di aria condizionata , impiegati costretti a mandare email anche orari notturni o obbligati a fare la spia sulle performance degli altri colleghi, donne incoraggiate a migliorare loro prestazioni anche quando malate di cancro. Ho subito aborto, è stato uno degli eventi più devastanti . Meglio senzatetto che lavorare da Amazon – aveva affermato -. Non ho casa dove abitare. mie giornate peggiori sono meglio delle migliori giornate passate a lavorare lì dentro. L’ex dipendente aveva raccontato di essere stata costretta a lavorare isolamento e sotto sorveglianza costante. hanno messa nel programma per migliorare prestazioni per assicurarsi che la attenzione continuasse ad essere focalizzata sul lavoro, raccontato giornale ‘impiegata.

 

La dura strategia di Amazon si 14 regole. La prima si chiama L’ossessione cliente: Gli impiegati lavorano per soddisfare ogni necessità cliente. Sono ossessionati da lui. La seconda a far sentire ad ogni impiegato il senso di responsabilità: Non dicono : ‘Questo non è il mio lavoro’. Dalla capacità di pensare grande e inventare a quella di aver giudizio, ugg zalando si passa a illustrare altri principi che mirano ad incoraggiare all’interno il ruolo di capo .