«

Dic 25

Ugg lilla

Arianna ha 19 anni e ha appena concluso l’esame di maturità. Nel caldo afoso di Milano ha affrontato una poesia, esercizi di matematica, terza prova e orali, sempre con la sua aria determinata e senza mai scomporsi. Ora è libera di rimettersi in pari con le novità delle sue playlist musicali o con gli episodi di Orange is the new Black che si è persa, presa dallo studio. Può godersi l’estate uscendo ogni sera a cena o a ballare con gli amici, e ha una sola grande preoccupazione, che la assale ogni volta che apre l’armadio: cosa mi metto per uscire?Arianna, e come lei tanti giovani, segue la moda ma ai critici e alle riviste preferisce fashion blogger e Instagram.Ugg lilla Il desiderio è sempre di più orientato verso la creazione di uno stile personale, customizzato. Gli abiti si comprano online più che in negozio e per gli accessori si guarda alla tecnologia più che al lusso.

La moda vive oggi una fase profonda di rivoluzione, un cambio di paradigma che ruota attorno a due punti focali: la personalizzazione e la connessione. La personalizzazione corrisponde alla possibilità di creare uno stile “su misura”, non tanto nel senso delle misure sartoriali quanto nell’unicità di uno stile “cucito addosso” alle abitudini personali. La connessione è il dialogo tra l’abito, chi lo indossa e l’ambiente esterno.Nell’industria della moda i brand del segmento “value” e del Ugg lilla “lusso accessibile” sembrano aver compreso prima di altri quello che i consumatori, specie i più giovani, chiedono. Lo dimostra il progetto Data Dress, un’applicazione che ha alle spalle due colossi come Google e H&M e che si basa proprio sui due concetti di connessione e personalizzazione.

Una volta scelta l’occasione – business, party oppure gala – l’app monitora per una settimana le abitudini dell’utente, le attività svolte e il contesto esterno, e costruisce su queste un abito su misura. Per esempio, la fantasia geometrica del vestito può essere ispirata al percorso che si fa di solito correndo,Ugg lilla i dettagli aggiunti in base ai luoghi frequentati, la stoffa e il peso definiti dalle condizioni meteo e dalla temperatura. L’abito costituisce così un capo unico, una rappresentazione della vita e della personalità di chi lo indossa. Per modificare e acquistare infine il vestito bastano pochi tap sul proprio smartphone.