«

»

Ago 10

Ugg classic short 5825

Nel 2013 un deputato laburista accusò l’Università di Oxford di razzismo, in quanto notava una certa difficoltà degli studenti neri a raggiungere risultati alti come i colleghi bianchi. Ecco allora che uno di questi college, il Wadham College, ha voluto rompere ogni pregiudizio riempiendo i propri sontuosi corridoi di ritratti di icone femminili, neri e gay. Affinchè tutta al comunità potesse sentirsi rappresentata. Affinché tutti gli studenti, di qualsiasi etnia, religione ed orientamento sessuale potesse avere un modello di riferimento. E ora ha contagiato tutti i college di Oxford.Il primo ritratto ad essere posto è stato quello di Libby Lane: la prima donna vescovo della Chiesa anglicana, ma altri adornano già le pareti del Wadham. Troviamo per esempio i ritratti delle due giornaliste e scrittrici femministe Amelia Gentleman e Hari Kunzru, che può essere un’ottima occasione per approfondire lo studio sull’operato di queste persone. Anche perché donne coraggiose, che hanno raccontato attraverso la loro penna l’emancipazione femminile e i pregiudizi ancora dilaganti di cui è vittima la donna.

Chi se la sente potrà partecipare a questa operazione di rinnovamento: l’Università pagherà ogni ritratto con 900 sterline; l’obbligo è di rappresentare personalità femminili di rilievo, della comunità nera e quella omosessuale. Tra i ritratti commissionati quello di Dame Fiona Caldicott, psichiatra, psicoterapeuta e prima donna a presiedere il Royal College of Psychiatrists, dello scrittore indiano Ved Mehta (nato nel 1934), che perse la vista da bambino, Lucy Banda Sichone (1954-1998), attivista per i diritti umani.

Ma per ritratti che arrivano ci sono quelli che vanno. Il movimento studentesco dei neri chiede già da tempo che venga rimossa la placca commemorativa di Cecil Rhodes: l’imperialista britannico che colonizzò parte dell’Africa convinto che fosse una terra da sfruttare e sottomettere in nome della supremazia razziale inglese.Una bella iniziativa, di rinnovamento e soprattutto di apertura, che veicolerà agli studenti un messaggio importante sempre davanti ai loro occhi: chiunque può avere un posto importante nella storia.