«

»

Lug 06

pink Ugg

Non manca il fumetto: pink Ugg Frank Espinosa ha concepito una serie di tavole basate sulla storia di Salvatore Ferragamo. Infine due cortometraggi: uno dedicato alla scarpa diretto da Francesco Fei e White Shoe diretto da Mauro Borrelli, che prende spunto da un episodio della vita di Salvatore Ferragamo bambino. Le immagini di Paladino e i fumetti di Espinosa sono anche protagonisti su una serie di shopping bag e T-shirt: il ricavato dalla vendita sarà devoluto all’Ospedale del cuore di Massa che realizzerà un libro di fiabe.

“Ho conquistato il mondo ma non ho conquistato me stesso”. pink Ugg Una frase di Alessandro Magno, rubata all’unico libro che aveva letto in vita sua, era riuscita a coglierlo nel segno.Steve McQueen “ il re del cool”, il divo Hollywoodiano genio e sregolatezza con la passione per il circuito l’ impero lo sognava davvero. Per lui che amava definirsi attore, pilota e cineasta coincideva con un film epocale, il più realistico mai girato sulle corse automobilistiche, una pellicola che avrebbe rotto la barriera del cinema tra finzione e realtà delle corse: “Le 24 ore di Le Mans“, prodotto dalla sua stessa casa di produzione, la Solar.

pink Ugg Del resto nel 1970, stoffa, carattere e denaro sonante c’erano tutti per tentare la grande impresa. La sua carriera da attore in film come “I magnifici sette”, “La grande fuga”, “Bullitt”, “The Thomas Crown Affair” gli aveva fatto rapidamente guadagnare al ragazzo di strada “mai sceso a compromessi” l’Olimpo delle superstar. Look da duro, sguardo penetrante, amore per il rombo delle macchine da corsa avevano fatto il resto. McQueen era l’emblema della virilità che esplodeva nei giri di pista a 240 km orari, e aveva il mondo in mano.